Multe a non finire

Barzelletta

Multe a non finire
Stamattina sono entrata in farmacia, sono stata dentro solo pochi minuti. Esco e trovo un vigile con quel maledetto blocchetto in mano che scrive accanto alla macchina. Mi avvicino velocemente dicendogli che sono stata dentro solo pochi minuti. Nemmeno mi guarda e continua a scrivere.

Attacca la multa sul parabrezza e a quel punto gli faccio un applausino ironico. E questo che fa? Mi sorride, mi dice di non fare la spiritosa, inizia a girare attorno alla macchina... guarda... guarda, riprende quel maledetto blocchetto e riprende a scrivere. Gli chiedo cosa stesse facendo e lui, sorridendo, mi dice che le gomme sono lisce e quindi fa un altro verbale. Pure permaloso!

A quel punto ho perso la pazienza! L'ho insultato, l'ho mandato a quel paese mimando pure di prenderlo a schiaffi - forse ho esagerato - e questo che fa? Fa un'altra multa ancora!

A qusto punto, dopo venti minuti spesi sul campo e un totale di 636 euro di verbali io inizio a ridere, mi volto, prendo la mia bicicletta scassata da dove l'avevo lasciata e me ne vado pedalando verso casa.

Chissà come la prenderà il proprietario di quella Audi con l'adesivo del Pd "io sto con Renzi".

Falla girare. Condividila con gli amici.


Vedi anche


Cerca nelle barzellette


Precedente

Successiva


 

Ti è piaciuta?

Scrivi un commento. Il tuo feedback è molto importante!