Richiesta all'oculista

Ospedale policlinico, di sera, gabinetto di oculistica.
Non ci sono più pazienti da visitare.
Il dottore sta raccogliendo le sue ultime carte prima di andarsene a casa, quando entra una ragazza bellissima, con una minigonna vertiginosa, fasciata in un abitino attillatissimo che mette in risalto il suo seno granitico.

- "Buonasera!" - la saluta il dottore, incantato - "Desidera?"

- "Dottore" - fa lei avvicinandosi - "me lo metta nel di dietro".

- "P-prego? F-forse non ho capito bene!" - balbetta lui.

- "Dottore, me lo metta nel di dietro" - ripete lei, cominciando a spogliarsi.

- "N-no... forse c'è un equivoco: forse lei deve andare dal proctologo al secondo piano... o forse dal ginecologo al quinto... guardi che io sono un oculista" - dice il dottore, che ormai suda, emozionatissimo.

- "Dottore, me lo metta nel di dietro" - insiste lei, adagiandosi nuda - e prona - sul lettino.

- "Signorina, per favore, guardi che sono un oculista ma non sono fatto di legno... sono anch'io un uomo!"

- "Dottore, me lo metta nel di dietro!" - chiede lei, implacabile.

- "Va bene! Se l'è voluto!"

Pam! Un primo colpo.

- "Più forte dottore, più forte"

Il dottore prende un metro di rincorsa: ri-Pam!

- "Ancora più forte dottore, la prego".

Dieci metri di rincorsa, e ri-ri-Pam!

- "Ecco dottore! A questo punto mi lacrimano sempre gli occhi: è normale?"

Ti è piaciuta? Falla girare! Condividila con gli amici!


Scrivi un commento. Il tuo feedback è molto importante!

Vedi anche

Barzellette